19.5 C
Capurso
venerdì, Giugno 14, 2024
spot_img

Varsavia, capitale polacca

Published on

spot_img

Tanta cultura, tanto verde, tanto gusto a poco costo

Cari lettori, valigia pronta? Allacciate le cinture, voliamo a Varsavia. Capitale della Polonia, meta perfetta per staccare la spina, salvaguardando l’incolumità del portafogli, godere di fantastici scenari e deliziare le vostre papille con una miriade di leccornie.

COME ARRIVARE: Ryanair collega l’aeroporto di Bari ad entrambi quelli di Varsavia; prediligete quello di Chopin dal quale potrete raggiungere il centro cittadino grazie agli autobus di linea che vi accompagnano al massimo in 20’.

MONETA: La moneta polacca è lo z?oty (PLN) che equivale a circa 0,25€ (1€=4z?). Non cambiate al primo Bureu de Change che incontrate, girate un po’ e confrontate i prezzi di vendita; io comunque ho trovato il cambio più favorevole nei negozi di souvenir nella piazza del castello.

DOVE DORMIRE: La città offre una vasta gamma di alloggi a prezzi molto convenienti, che spesso però non includono il servizio di colazione, ma con un po’ di pazienza potrete trovare la soluzione perfetta! Io vi consiglio l’Osir ?ródmiescie, su Ulica Polna al civico 7a, vicino alla stazione metro Politechnika, perfettamente collegata al resto della città e all’aeroporto di Chopin (bus 188). L’Osir è una struttura che ha gli alloggi al 2°piano, un perfetto rapporto qualità-prezzo: 110z? per persona per notte, colazione a buffet inclusa.

TRASPORTI: Varsavia ha solo una linea di metropolitana che taglia in due parti la città; comunque è perfettamente servita da tram e autobus, puntuali ed efficienti. Super economici i trasporti: usufruire per 3gg di tutti i mezzi che viaggiano per l’intera capitale (zona 1) costa solo 30z? (?7,50€).

DOVE ANDARE: Camminate, camminate, camminate, così ammirerete ciò che di più bello c’è in questa città: i grandi spazi verdi, le ampie piazze, come Rynek Starego Miasta che ospita la statua simbolo della Sirenetta di Varsavia, le architetture diverse e affascinanti, la Colonna di Sigismondo, i monumenti a Copernico e Chopin. E poi visitate il Castello Reale (Pl. Zamkovy 4) che la domenica apre gratuitamente le sue porte; contemplate il panorama dal 30° piano del Palazzo della Cultura (fermata metro Centrum) e godetevi il meraviglioso Palazzo sull’acqua all’interno del parco Lazienki che vi stupirà soprattutto per gli animali, come i pavoni egocentrici che vagano al suo interno!

COSA ASSAGGIARE: Varsavia è piena di locali e ristoranti per ogni tipo di palato e portafogli. Decisamente meritano quelli che servono la cucina tipica praticamente ad ogni ora del giorno, come “Zapiecek”: le cameriere, vestite con gli abiti della tradizione polacca vi serviranno piatti come i Pierogi, ravioli ripieni di carne o verdura o addirittura mirtilli, o la ?urek, una minestra di farina di segale acida servita con uovo sodo e pezzetti di salumi, o il Bigos, piatto a base di crauti, carne, salsiccia polacca, pancetta affumicata, funghi secchi, prugne secche, cipolla. Gustatevi una Tiskye, bionda del luogo, ottima ed economica (0.5l costa circa 9zl) o uno shot di vodka in uno dei carinissimi locali della capitale come il “RadioCafè” al 56 di Ulica Nowogrodzka.

Varsavia vi conquisterà per il suo essere varia, vasta e colorata ma soprattutto economica e frizzante, perfetta per un week end di divertimento e cultura.

Giuseppe Buono

© Riproduzione Riservata

Latest articles

Consiglio Comunale di Capurso del 28 dicembre 2023

In esclusiva in differita i lavori del Consiglio Comunale di Capurso.

Consiglio Comunale del 22 novembre 2023

In esclusiva in differita i lavori del Consiglio Comunale di Capurso.

Consiglio Comunale di Capurso del 13 ottobre 2023

In esclusiva in differita i lavori del Consiglio Comunale di Capurso.

Consiglio Comunale di Capurso del 25 settembre 2023

In esclusiva in differita i lavori del Consiglio Comunale di Capurso.

More like this

Amsterdam, la capitale “proibita”

La città dei canali non è solo sex & drugs… Cari lettori, valigia pronta? Allacciate le cinture, voliamo ad Amsterdam, la Venezia del Nord, la città del divertimento e del proibito, meta preferita dei giovani di tutto il mondo.

In paradiso non c’è la cioccolata? Allora vado a Bruxelles!

Cari lettori, valigia pronta? Allacciate le cinture, voliamo a Bruxelles, punto nevralgico dell’Europa, sede del Parlamento europeo e patria della cioccolata più buona del mondo!

Viva, viva, viva l’Inghilterra!

Cari lettori, valigia pronta? Allacciate le cinture, voliamo a Londra, la città della Regina e dei suoi eredi, dell’arte dei musei e di strada, dei piatti unici accompagnati da fiumi di birra. Una città che vi farà sentire sopraffatti, ma che vorrete tornare a godervi già nel successivo week end libero!