26.9 C
Capurso
giovedì, Luglio 18, 2024
spot_img
HomeCultura e SpettacoloLa bella vita low costViva, viva, viva l'Inghilterra!

Viva, viva, viva l’Inghilterra!

Published on

spot_img

Cari lettori, valigia pronta? Allacciate le cinture, voliamo a Londra, la città della Regina e dei suoi eredi, dell’arte dei musei e di strada, dei piatti unici accompagnati da fiumi di birra. Una città che vi farà sentire sopraffatti, ma che vorrete tornare a godervi già nel successivo week end libero!

COME ARRIVARE: Le opzioni low cost sono due: direttamente da Bari Ryanair ci porta a Stanstead, a circa 80’ dal centro città raggiungibile con l’economico Terravision Bus (solo 11€ per il ticket a/r) oppure con lo StansteadExpress, il treno, più costoso ma meno affollato! Dallo scorso anno la tratta Bari-Londra è gestita anche dalla compagnia Easyjet: i suoi aerei atterrano a Gatwick, distante 30’ dal centro. Per raggiungere Victoria Station la soluzione più economica è il GatwickExpress, il cui biglietto di andata e ritorno è di circa 27€.

MONETA: La moneta usata a Londra è la Sterlina (£) che equivale a circa 1,16€. A Londa i Bureau de Change sono ad ogni angolo, ma se potete cambiate un po’ di euro prima di partire, i nostri tassi di cambio spesso son più onesti! Oppure fate un giretto nella zona di Portobello dove il cambio è un po’ più favorevole. O ancora meglio caricate una prepagata e effettuate i vostri pagamenti con quella: tranquilli, gli inglesi tirano fuori il bancomat anche solo per un caffè!

DOVE DORMIRE: Londra è piena zeppa di hotel e b&b. Qualitativamente i più economici (che comunque poi tanto economici non sono…) non raggiungono gli standard italiani; io vi consiglierei l’Hotel Enrico: piccola struttura ma molto pulita, con personale disponibile e una English Breakfast che vi farà sentire proprio londinesi! Questo piccolo hotel si trova in Warwick Way, nei pressi della nevralgica Victoria Station. La soluzione migliore comunque per alloggiare a Londra e spendere poco è cercare on line famiglie che ospitano i turisti, ce ne sono tantissime, ma badate bene a fare un’accurata selezione leggendo tutti i commenti dei precedenti ospiti!

TRASPORTI: La metropolitana dovrà esser vostra alleata se avete intenzione di visitare il più possibile! Se soggiornate più di tre giorni acquistate una TravelCard settimanale: spendendo 22£ potrete utilizzare i mezzi delle zone di Londra più centrali (1 e 2), che sono quelle che contengono tutte le attrazioni principali.

DOVE ANDARE: Per vedere tutta Londra non basta una vita! Ovviamente non si può prescindere dal vedere il Big Ben, St.Paul Cathedral, Wenstminster Abbey, il Tower Bridge, Covent Garden e io vi consiglio di visitare la Tower of London: son poche le persone che ci entrano eppure non sanno quanta bellezza e quante curiosità storiche si perdono, oltre a mancare le foto con i famosissimi Beefeaters e i loro corvi neri. Fate in modo durante il vostro viaggio di assistere ad un cambio della guardia a Bukingham Palace: è una cerimonia breve ma così precisa e metodica che vi lascerà a bocca aperta (da maggio a luglio tutti i giorni alle 11 e la domenica alle 10; il resto dell’anno si svolge a giorni alterni). Se volete divertirvi andate a Madame Tussauds, il biglietto è un po’ caro (30£) ma vale la pena circondarsi per un giorno di personaggi famosi perfetti seppur di cera!

COSA ASSAGGIARE: Preferite i pub ai ristornati, hanno cibo tipico inglese e prezzi più moderati. Assaggiate assolutamente i pies, piccoli pasticci di carne o verdura, solitamente accompagnati da piselli, carotine o patate d’ogni tipo. Ordinate un piatto di bangers and mash (salsicce affogate nel purè di patate spesso accompagnate da un’ottima cipolla caramellata). Io vi consiglio di mangiare allo Shakespeare, un delizioso pub in stile britannico al 99 di Buckingham Road (vicino Victoria Station): ha tanti piatti unici tipici a prezzi più che onesti e poi serve una torta al cioccolato e salsa mou che è la fine del mondo! Non andate via senza aver provato il Fish&Chips, a mio parere sopravvalutato, ma è uno dei piatti che ti fa sentire il legame con la città e i suoi abitanti!

SHOPPING: Da Londra non si torna mai a mani vuote: non mancate CamdenTown nel vostro tour, è davvero un’altra città dove il vintage e l’originalità regnano sovrani e se siete bravi a contrattare farete ottimi affari! Lo stesso vale per il Mercato di Portobello della domenica: soprattutto chi ama l’antiquariato si sente nel paese dei balocchi! E se amate lo shopping e i mega store fate assolutamente un giro nelle catene inglesi TopShop e Primark: nella seconda più che nella prima troverete di tutto dalle t-shirt agli abiti da sera, dall’accessorio alla biancheria da bagno, tutto a prezzi bassissimi; se poi andate in periodo di saldi calcolate al ritorno di aver almeno un bagaglio in più, ne avrete bisogno!

Giuseppe Buono

© Riproduzione riservata

Latest articles

Consiglio Comunale di Capurso del 28 dicembre 2023

In esclusiva in differita i lavori del Consiglio Comunale di Capurso.

Consiglio Comunale del 22 novembre 2023

In esclusiva in differita i lavori del Consiglio Comunale di Capurso.

Consiglio Comunale di Capurso del 13 ottobre 2023

In esclusiva in differita i lavori del Consiglio Comunale di Capurso.

Consiglio Comunale di Capurso del 25 settembre 2023

In esclusiva in differita i lavori del Consiglio Comunale di Capurso.

More like this

Varsavia, capitale polacca

Tanta cultura, tanto verde, tanto gusto a poco costo

Cari lettori, valigia pronta? Allacciate le cinture, voliamo a Varsavia. Capitale della Polonia, meta perfetta per staccare la spina, salvaguardando l’incolumità del portafogli, godere di fantastici scenari e deliziare le vostre papille con una miriade di leccornie.

Amsterdam, la capitale “proibita”

La città dei canali non è solo sex & drugs… Cari lettori, valigia pronta? Allacciate le cinture, voliamo ad Amsterdam, la Venezia del Nord, la città del divertimento e del proibito, meta preferita dei giovani di tutto il mondo.

In paradiso non c’è la cioccolata? Allora vado a Bruxelles!

Cari lettori, valigia pronta? Allacciate le cinture, voliamo a Bruxelles, punto nevralgico dell’Europa, sede del Parlamento europeo e patria della cioccolata più buona del mondo!