Capurso corre anche a Natale, la beneficenza il motore del Paese

0
99

Lo Sport ha la capacità di sprigionare in un gruppo di amici quella forza tale da consentire di affrontare insieme qualsiasi sfida. Con questo spirito, a Capurso il 25 dicembre 2016, giorno di Natale, dopo una grassa vigilia passata, come da tradizione pugliese all’insegna della totale ingordigia di cibi e bevande, animata dagli alti valori di glicemia, colesterolo e transaminasi frutto di intense sedute di pandoro, cartellate e lattaminuje, i Runners compatti, hanno risposto all’appello lanciato dal neo presidente Cassano.

 

“Natale 2016 Running&Walking” è l’evento a scopo benefico, finalizzato a donare dei beni e alimenti alle Caritas, che ai più è sembrato uno scherzo natalizio di facebook, soprattutto per l’improbabile orario proposto in un giorno festivo, tale da mettere a dura prova anche i podisti più determinati e competitivi, ma nonostante tutto, quando sulla linea di partenza vi è il nastro della solidarietà diventa umanamente difficile non indossare le scarpe e correre.

Muniti delle diverse derrate alimentari che in questi giorni ingolfano le case di ogni capursese verace, avendo come punto di incontro e raccolta la Reale Basilica, si è dato il via alla piccola maratona della solidarietà nostrana, dirigendosi  prima nella splendida cornice del chiostro di San Francesco, dove don Bernardino, nella veste di personal trainer, ha scaldato il cuore dei partecipanti, con una benedizione molto profonda, basata sulla corsa come metafora di vita e chiusa con un :”Me mo scitavinn”! I runners sono così scattati alla volta della Chiesa Madre dove ad attenderli vi era il caloroso abbraccio del neo parroco don Tonio, il quale dopo aver addolcito tutti con un cioccolatino ha lanciato il gruppo verso la chiusura del percorso nuovamente alla Madonna del Pozzo.
Durante il tragitto, grazie al genio e alla sregolatezza umoristica di Gianluca Marchionna e Alfio Mosca, si è pensato di unire il sacro al profano anticipando usi e costumi della “Capurso Pasquale” con lo “Jalz e mitt la cammis” rivisitato in salsa natalizia, intonando per le vie del paese il “Tu scendi dalle stelle” per svegliare qualche amico. Prima vittima della gradita sorpresa, il simpatico Raffaele Mongelli, “fulmine capursese” costretto in pigiama a percorrere qualche chilometro. Poi si è pensato bene di scomodare il primo cittadino, Francesco Crudele che, sorpreso dall’entusiasmo coinvolgente del gruppo, ha ringraziato tutti onorandoli con la dedica in prima pagina del post di auguri alla cittadinanza.
All’appuntamento non poteva poi mancare il vice Sindaco Laricchia, componente del gruppo, che assente alla prima chiamata ha chiuso la giornata in compagnia dei runners,  gustando un buon caffè di auguri.
Noi di Capurso Web Tv abbiamo seguito il gruppo con piacere percependo davvero quella serenità, quella voglia di vivere e socializzare tipica del gioco di squadra.
È stato piacevole anche apprezzare come la cittadinanza e i diversi attori coinvolti hanno accolto con il sorriso tutti i babbini e le babbine natale che hanno animato nel migliore dei modi, con profondo spirito cristiano il Santo Natale capursese.
Nel complimentarci con gli organizzatori e nel rinnovare gli auguri alla cittadinanza informiamo tutti coloro i quali vogliano limitare i danni di queste lunghe abbuffate, che il gruppo è sempre pronto ad accogliere tutti.

Auguri sportivi a tutti.

Redazione

© Riproduzione riservata