21 C
Capurso
mercoledì, Maggio 29, 2024
spot_img
HomeSportOrsa - Cuti: ieri, oggi e domani...

Orsa – Cuti: ieri, oggi e domani…

Published on

spot_img

E’ trascorso poco tempo dai giorni della disastrosa stagione di serie C 2012/13 dell’Orsa Capurso ad oggi, ma oggi possiamo definitivamente dire che le intuizioni che quegli eventi generarono, hanno ridato nuova linfa e qualcosa su cui costruire un nuovo percorso per i nostri futuri giovani atleti.

Niente medaglie, solo tanto lavoro in palestra e fuori e la seconda stagione del nuovo corso volge al termine con ottimi risultati. La vittoria in Coppa Puglia e del campionato di serie D dello scorso anno, lasciava un fardello di grandi responsabilità in mano a coach Michele Milella ed il manipolo di dirigenti (capurso – valenzanesi) Cuti, chiamati a costruire una nuova squadra che non poteva che sostanzialmente confermare il gruppo che tanto bene aveva fatto la stagione precedente. Pochi innesti in tutti i reparti (Giacoma Gassi da Noicattaro e Mariantonietta Miale da Acquaviva, entrambe martelli ricettori, la centrale barese Claudia Ranieri ed il secondo palleggiatore Rossella Tricarico, valenzanese di rientro) e la stagione parte con buon piglio, nonostante un calendario che infila nella prime sei partite altrettanti spareggi con squadre di media-alta classifica che, al termine del campionato, finiranno tutte sopra le nostre semi-esordienti Rossella De Vivo, Annalisa Costantini, Isa Ancona e Maria Difronzo, quasi sempre in campo nella stagione. Non tutte le ciambelle vengono col buco, e così, l’ottimo girone di andata fa il paio con un girone di ritorno che parte con il piede storto; perdiamo anche il forte rinforzo invernale (Marianna Arnone, opposto adelfiese con trascorsi in categorie nazionali) e restiamo senza punti in quelle prime sei gare. Il momento è drammatico, ma tutti ritrovano pazienza e forza per non mollare: torna il bel tempo e la rimonta che porta altri diciotto punti nelle restanti sette gare, la migliore posizione nei playout e la doppia sfida con bella eventuale con la peggiore playout dell’altro girone, il Volley Oria. Sono servite tutte e tre le gare, con squalifica in gara 3 dell’head-coach e qualche leggerezza di troppo in gara 2, ma alla fine la conquistata salvezza segna, per la sponda capursese Cuti, la fine di un incubo ultratrentennale: si tratta per le nostre ragazze, della prima permanenza di due anni nella massima serie regionale in tutta la storia dell’Orsa.

 

Unita alla brillante e non ultimata esperienza delle ragazze di Prima divisione giovani, giunte seconde nel loro girone ed attualmente impegnate nei playoff promozione in serie D, la stagione agonistica 2014-15 segna anche altre sei squadre agonistiche giovanili e quattro amatoriali. Un primo record che vogliamo eguagliare e migliorare con professionalità e qualità.

Per la nuova stagione, già da qualche settimana sono avviate le grandi manovre che mirano ad apportare pochi ma significativi innesti, che dovranno consentire un’ulteriore maturazione del giovane organico Cuti ed il dichiarato raggiungimento dei playoff promozione. Tra le conferme, oltre a coach Milella, anche quella di capitan Gassi, Miale e di tutto l’organico titolare di casa tra Capurso e Valenzano”.
Con queste parole un entusiasta
Enzo Laricchia, presidente della Cuti Volley descrive le sue emozioni e tutto il suo orgoglioso per l’ottima stagione disputata e l’importante traguardo raggiunto. Ma, per il volley made in Capurso le emozioni non terminano qui, con la maschile targata Polisportiva Orsa che centra la promozione in Prima Divisione dopo una stagione che ha visto gli uomini di De Stefano sempre al comando della classica. Per il nostro magazine coach Alessandro De Stefano ha così sintetizzato questo nuovo successo.

Mister De Stefano come nasce l’unione con la Polisportiva Orsa?
Alessandro De Stefano:
L’unione nasce dalla voglia di Pasquale Boezio e Enzo Laricchia di riportare la pallavolo maschile a Capurso. Il progetto era quello di salire in Prima Divisione in 2 anni. Con il lavoro tattico – tecnico ed il giusto mix di giovani e più esperti ci siamo riusciti.

Una stagione sempre al comando e vittoria al fotofinish…
Alessandro De Stefano:
Abbiamo perso una sola partita, ma vincere il campionato all’ultima giornata ha un sapore più intenso.
I protagonisti…
Alessandro De Stefano:
I miei giocatori. Quest’anno ho gestito 3 palleggiatori (Marco Palmisano, Francesco Pati e Vincenzo Millico), 5 centrali (Francesco Costantini, Francesco Lattanzio, Roberto Gentile, Nicolò Pantaleo e Vito Liotino), 2 opposti (Vincenzo Cicirielli e Niccolò Mastrolonardo), 4 laterali (Vito Lorusso, Dario Di Fronzo, Davide Di Gioia e Alessio Giannelli) e 3 liberi (Flavio Di Fronzo, Nicola Sifanno e Maurizio De Leo). Sono orgoglioso di allenare una squadra fatta di ragazzi ambiziosi e con la voglia di ribalta. Voglio ringraziarli tutti.
Il momento in cui hai capito che la tua squadra avrebbe compiuto il salto di qualità?
Alessandro De Stefano:
Sin dai primi allenamenti ho capito che la squadra era competitiva.
Il futuro?
Alessandro De Stefano:
Ci siamo presi qualche giorno di ferie, ma abbiamo le idee chiare. Fare crescere il settore giovanile e valorizzare i giovani di Capurso.


Giuseppe Lonero

© Riproduzione Risaervata

Latest articles

Consiglio Comunale di Capurso del 28 dicembre 2023

In esclusiva in differita i lavori del Consiglio Comunale di Capurso.

Consiglio Comunale del 22 novembre 2023

In esclusiva in differita i lavori del Consiglio Comunale di Capurso.

Consiglio Comunale di Capurso del 13 ottobre 2023

In esclusiva in differita i lavori del Consiglio Comunale di Capurso.

Consiglio Comunale di Capurso del 25 settembre 2023

In esclusiva in differita i lavori del Consiglio Comunale di Capurso.

More like this