“Capurso&Cellamare in Corsa” 2015

0
45

“Correre ed organizzare manifestazioni podistiche a Capurso è sempre bello ed estremamente piacevole. Quest’anno siamo riusciti non solo a riconfermare ma anche a migliorare ciò che abbiamo fatto nella passata edizione, questo a dimostrazione che siamo un team di persone capaci e che grazie anche al sostegno dell’Amministrazione comunale abbiamo potuto rendere a pieno l’essenza del nostro progetto che anno dopo anno vede al futuro per far crescere sempre più questa gara e farla diventare una classica di primavera nel mezzogiorno”. Con queste parole il presidente della Bio Ambra Newage, Marco Triggiani racconta il suo entusiasmo all’indomani del successo della seconda edizione della Capurso&Cellamare in Corsa 2015. Una giornata di sano divertimento sportivo e non solo, dove ha trionfato lo sport come motivo di unione e di festa. La gara podistica organizzata dalla Bio Ambra New Age in collaborazione con le Amminstrazioni Comunali di Capurso e Cellamare ha raccolto oltre 600 adesioni e si è svolta sulla distanza di 10 km con partenza e arrivo a Capurso davanti al Santuario della Madonna del Pozzo e con un importante passaggio nel centro di Cellamare. Percorso “piatto”, adatto sia ai top runner che vogliono fare il tempo, sia a persone che magari vogliono sfidare se stessi e le proprie capacità fisiche, sia a chi voleva semplicemente divertirsi correndo e stando insieme. La seconda edizione della gara ha riconfermato sui gradini più alti del podio delle classifiche (maschile, femminile e di società) gli stessi protagonisti della prima edizione. Infatti i trionfatori portano i nomi di: Rodolfo Guastamacchia (Bio Ambra New Age), Fancesca Labianca (Podistica Carovigno) e Atletica Adelfia. Mentre la classifica riservata agli atleti Liberi è stata vinta da Adriano Valente. Ancora un successo dunque per la Capurso sportiva, e mentre tra una premiazione e l’altra scorrono i titoli di coda, gli organi competenti e gli organizzatori sono già proiettati verso la prossima edizione. Per un nuovo successo.

Giuseppe Lonero

© Riproduzione riservata