Givova Ruvo – Futsal Capurso pre gara

0
34

Turno infrasettimanale per il campionato di serie c1, che vedrà domani sfidarsi in quel di Ruvo, i padroni di casa del Givova Ruvo e la Futsal Capurso. In palio punti pesanti in chiave play off. Per i padroni di casa, spazio nel pre gara al presidente della Polisportiva Ruvo e socio del Givova: Luciano Savi.

Il “patron” ruvese domani non sarà della partita complice un intervento chirurgico al quale è stato sottoposto in mattinata. Approfittiamo dell’occasione per porgergli i migliori auguri di pronta guarigione da tutto lo staff di Capurso Web Tv e di tutta la Futsal Capurso.

 

Dall’alto della tua esperienza com’è cambiato il Futsal in questi anni in Puglia?
Luciano Savi: Beh il futsal è cambiato un po’ ovunque, ed è stato “merito” della crisi. Come in tutti gli sport, i presidenti a tutti i livelli erano praticamente “impazziti”: c’è stata un’escalation che chissà dove avrebbe portato. Grossi colpi di mercato e sparizioni illustri ce ne sono state, e se qualcuno vuole rimanere ancora a galla deve per forza cambiare strategia, o per esempio fondendosi con altre società, o fermandosi per aspettare tempi migliori, ma nel frattempo investendo sui giovani che potrebbero garantire campionati di livello medio/alto a costi contenuti se ben allenati (risparmi su cartellini e quant’altro). Il discorso chiaramente non può esaurirsi qui, essendo veramente dalle mille sfaccettature e composto da problematiche di ordine diverso. Se avremo modo e tempo di approfondirlo sarò sempre ben felice di ascoltare e dire la mia, per quello che può contare.
L’Italia porta a casa un Europeo tra l’indifferenza dei più importanti organi di stampa nazionali. Come e quando si potrà cambiar qualcosa?
Luciano Savi: L’Italia c5 snobbata? Ma non è una novità, consentimi però di non aggiungere altro sull’argomento dato che da ieri sono stati scritti fiumi di parole. Capisco perfettamente sia gli arcifelici che gli scettici. Nel 2003 ero a Caserta e portai qualche ragazzo che iniziava ad affacciarsi in questo mondo: quella vittoria fu per noi molto più che esaltante; anni in cui la parola calcio a 5 non era ancora di moda, e ci chiamavano ancora calcetto. Erano anni buoni per spingere la benedetta autonomia distaccandoci dalla Lnd. Così non andò e ora…. è tardi, o sono diventato troppo vecchio per continuare a lottare.
Deluso dalla stagione del Givova?
Luciano Savi: Sicuramente il Ruvo poteva fare molto di più, anche se sarebbe stato difficile tenere il passo del Cisternino. Le prime sconfitte nel 2014 ci hanno tolto punti preziosi per la tranquillità dei play off. Sicuramente qualche problema c’è stato e le colpe sono da dividere equamente tra società, staff tecnico e calciatori. Il campionato così è diventato più divertente e la bagarre è massima. Ogni giornata ribalta la griglia delle pretendenti. Da tenere d’occhio solamente lo Sporting Club che procede spedito e per la regola dei dieci punti si potrebbero non disputare i play off.
Dove il Givova può battere la Futsal Capurso e qual’è l’obiettivo finale?
Luciano Savi: Le gare in casa il Ruvo non le deve affrontare con tatticismi esasperati o pensando troppo all’avversario. In casa si deve vincere e basta; oltre la tattica, i moduli, in questo sport esistono anche armi che si chiamano grinta, voglia, attaccamento alla maglia, rispetto per una società che fa sacrifici, e tante volte il gruppo fa molto più che qualsiasi altra cosa (il Bologna di oggi senza Diamanti ne è un esempio).
Cosa conosci dei tuoi prossimi avversari?
Luciano Savi: Del Capurso conosco la grinta della società che ormai non è nuova a campionati di buon livello, la preparazione di Savio Squillace e la sua voglia (anche come calciatore) di non fare mai brutta figura e, se poi, Albanese è tra i primi tre goleador, vuol dire che qualcosina con i piedi la sa fare e vuol dire anche che i compagni lo servono bene. All’andata fu tre a zero per il Ruvo, ma il Capurso trovò un Ruvo veramente cinico e spietato che sfruttò ogni minima occasione. Da non dimenticare che l’estremo difensore ruvese prese il voto più alto in pagella, ma sicuramente martedì non sarà così facile.
La schedina di Luciano Savi
Adelfia Futsal – San Rocco Ruvo
L’Adelfia penso vinca col San Rocco; in casa è sempre temibile, campo larghissimo e voglia di riscatto.
Atletico Cassano – Alberto c5
Pareggio. Risultato troppo importante per entrambe e si giocherà solo su ripartenza.
Azetium Rutigliano – Effe. Gi. Castellana
Il Rutigliano dovrà vincere necessariamente per sperare nella salvezza e contro la diretta concorrente non potrà fallire e non fallirà. Già sabato scorso poteva strappare il punticino al San Rocco con un po’ di determinazione in più.
Futsal Canosa – Futsal Cisternino
In Canosa – Cisternino uscirà la sorpresa, se non altro per la legge dei grandi numeri.
Givova Ruvo – Futsal Capurso
Givova – Capurso? Vinca il migliore…… cioè il Ruvo. Perdonatemi la battuta.
Jonny Frog – Torre Rossa
Parità con molti goal, due squadre che giocano e lasciano giocare.
Pellegrino Sport – Thuriae
Spero anche qui nella sorpresa! Ma il Turi visto sabato è proprio una bella squadra. Difficile per gli amici di Altamura.
Sporting Club Grotte – Futsal Margherita
Sporting club Grotte e Futsal Margherita sembrerebbe un risultato scontato ma sono sicuro che il Margherita darà filo da torcere e chissà che magari non ci scappa la sorpresa. Il pareggio è auspicabile ma non probabile.

Tutti a disposizione per mister De Venuto che dovrebbe schierare il seguente start five: Mastrorilli, Russo, Forini, Magurean e Mazzone Vincenzo.

Futsal Capurso
In casa Futsal Capurso invece la parola passa ad una delle note più liete di questo scorcio di stagione: il portiere Nino Frisone.
Arrivato in punta di piedi, ti sei guadagnato la fiducia di tutto l’ambiente?
Nino Frisone: Penso che io sia arrivato in un gruppo molto unito, e poi il nostro non è un gruppo ma come ho sempre detto la nostra è una famiglia. Sono contento della fiducia guadagnata. Spero di ricambiarla sempre al meglio.
In cosa può migliorare la Futsal Capurso?
Nino Frisone: Noi possiamo migliorare sicuramente nell’approccio alla gara. Dobbiamo giocare sempre con tanta voglia e determinazione perché per me sono queste le nostre forze.
A Ruvo per….
Nino Frisone:
Si va a Ruvo per cercare di vincere, in modo da poter dare continuità alla rincorsa per i play off.
La schedina di Nino Frisone
Adelfia Futsal – San Rocco Ruvo X
Atletico Cassano – Alberto c5 1
Azetium Rutigliano – Effe. Gi. Castellana 2
Futsal Canosa – Futsal Cisternino 2
Givova Ruvo – Futsal Capurso 2
Jonny Frog – Torre Rossa 1
Pellegrino Sport – Thuriae 1
Sporting Club Grotte – Futsal Margherita X

L’unico assente per mister Squillace dovrebbe essere Michele Carbonara ancora fermo ai box. Il mister “bulldog” recupera Marco Squeo. Probabile formazione titolare: Frisone tra i pali, Recchia centrale, Biacino e Marco Squeo (Albanese) laterali con De Mola pivot. Occhio alla possibile scelta di Massimo Squeo in gran forma nell’ultimo periodo. Fischio d’inizio ore 21.

Giuseppe Lonero

© Riproduzione Riservata