Progetto F.I.G.C. Puglia “Crescere Assieme”

0
10

Presentato a Capurso il Progetto F.I.G.C. Puglia “Crescere Assieme”. Sportivi, educatori, operatori del settore, genitori e tanti bambini si sono dati appuntamento, Giovedi 24 Ottobre presso i campetti della Madonna del Pozzo di Capurso. Alla manifestazione hanno partecipato i bimbi classe 2003, 2004, 2005, di alcune delle società coinvolte nel progetto “Crescere Assieme”: ASd Calcio ragazzi Valenzano, Cral Nuovo Pignone, Asd Sport centre Rutigliano e la Football Club Capurso, quest’ultima, società di casa, sempre sensibile ad iniziative educative e sportive.

“Crescere Assieme”, progetto del comitato regionale Puglia si pone come obiettivo principale quello di aiutare i bimbi di ieri a far crescere gli adulti di domani. L’idea è nobile ed al quanto rivoluzionaria, cercando di vedere in maniera diversa il calcio giovanile, prestando attenzione verso i giovani con meriti sportivi, ma non solo, dando innanzitutto importanza all’educazione, ed al rispetto delle regole e dell’avversario. Punto di partenza dunque è l’educare i genitori, i quali devono trasmettere di conseguenza ai propri figli quei sani principi che renderebbero lo sport sempre più bello. La F.I.G.C. ha infatti promosso una serie di incontri per migliorare l’aspetto comunicativo genitore – figlio nell’ambito educativo sportivo, per questo sono venuti in visita a Capurso i collaboratori di attività di base F.I.G.C. Casadibari Giuseppe e Orsini Maurizio. Nel loro discorso hanno parlato di scuola, famiglia e calcio, considerandoli come capisaldi, veri punti di riferimento. Durante l’incontro è stata discussa “la carta dei diritti dei Bambini” un decalogo , veramente scritto dai più piccoli, dieci regole d’oro da rispettare. 1. Diritto di divertirsi e giocare, 2. Diritto di fare sport, 3. Diritto di avere i giusti tempi di riposo, 4. Diritto di beneficiare di un ambiente sano, 5. Diritto di praticare sport in assoluta sicurezza e salvaguardia della propria salute, 6. Diritto di essere circondanti da persone serie e preparate, 7. Diritto di seguire allenamenti adeguati ai giusti ritmi, 8. Diritto di partecipare a competizioni adeguate alle varie età, 9. Diritto di misurarsi con i giovani che abbiano le stesse probabilità di successo, 10. Diritto di non essere un campione. Si è parlato tantissimo dell’importanza del gruppo, e del calcio inteso come motivo di aggregazione. Altra novità significativa introdotta tra i più piccoli è la “green card”. Questa “carta” , serve a segnalare i bambini che si sono distinti per particolari meriti umani e non sportivi: le società segnalano i ragazzi sulle “green card” e la Federazione a sua volta darà visibilità attraverso i comunicati Federali, elogiando i ragazzi. Durante l’incontro Federazione – Genitori i più piccoli hanno preso parte ad un torneo quadrangolare. Alla fine dei giochi tutti i presenti all’evento si sono riuniti per gustare dolci e gustosi manicaretti preparati dai genitori. Un laboratorio di buoni propositi dunque, non solo sportivi, perché quando si è educati e rispettosi delle regole non si vince solo nello sport, ma si vince soprattutto nella vita.

Giuseppe Lonero

© Riproduzione riservata