30 C
Capurso
martedì, Luglio 23, 2024
spot_img
HomeSportFutsal Capurso - Virtus Rutigliano

Futsal Capurso – Virtus Rutigliano

Published on

spot_img

Serviva una notte speciale, una di quelle da ricordare, ed è arrivata. Il teatro della sfida è il Centro Sportivo Sport Five, la cornice di pubblico è ottima per non perdersi le sfide che contano, quelle a distanza tra Imperiale e Schembri, Mazzilli e Sardella, Gravina contro Vera, solo per citarne alcuni.

Alla fine, le motivazioni, la voglia di vincere ed una probabile migliore condizione atletica dei “bulldog” la fanno da padrone e la Futsal Capurso sovrasta, tra le mura amiche la capolista, Virtus Rutigliano, con il pesante passivo di 13 a 3. Mister Squillace indovina tutte le mosse, la squadra vince i duelli a distanza e si gode, complici le sconfitte della Futsal Margherita e del San Rocco Ruvo, la seconda piazza del campionato, in solitario. Lo “Special One” capursese, che deve fare a meno di Marco Squeo per infortunio, da fiducia allo Start Five che sabato scorso ha sbancato Ruvo. E così ad Imperiale, si aggiungono Recchia da play basso, Gravina e Albanese laterali e Mazzilli pivot. Solo panchina per Piero Lillo, che non ha ancora smaltito la febbre, ma che vuole esserci. Mister Di Bari invece, sostituisce l’influenzato Lemonache con capitan Pavone, manda Schembri in panchina per inserire Desimini (under) tra i pali, e completa il quintetto con Teofilo, a cui chiede di cucire il gioco, l’esterno Lacoppola e con il bomber Sardella davanti. Dirigono l’incontro i signori Doronzo di Molfetta e Agostinelli di Bari. Parte la gara e la Virtus prova a prendere il pallino del gioco tra le mani, mentre la Futsal aspetta compatta, evita le imbucate, cercando di recuperare palla in pressione e colpire in rimessa. Il “gioco” riesce perfettamente sin da subito. Minuto numero 1 e Albanese recupera palla e di prima smista d’esterno, per Gravina. Il mancino di Modugno porta palla fino al limite dell’area avversaria, per poi servire Mazzilli che imbuca il tap-in vincente, che vale il vantaggio. 1 a 0. La risposta degli ospiti è tutta nei piedi di Teofilo che riceve da Pavone, e di punta prova ad impensierire Imperiale, con la conclusione che però termina alta sulla traversa. Il raddoppio arriva al 7° quando Mazzilli, su sviluppi di angolo, in ribattuta, supera Desimini e realizza la sua doppietta personale ed il 2 a 0. L’occasione per rientrare in partita capita a Sardella che in girata non trova la porta. Sulla ripartenza Mazzilli spreca clamorosamente il possibile 3 a 0. Cerca la via della rete anche Gravina che impegna severamente Desimini che respinge. Ancora Mazzilli protagonista alla metà della prima frazione, quando solo un prodigioso recupero di Pavone gli nega la tripletta. Potrebbe costare caro l’errore del 10 “bulldog”, un minuto più tardi, quando Sardella si divora il 2 a 1. E così passano soli minuti e Recchia servito da Mazzilli corona il suo ottimo stato di forma andando a realizzare il goal del 3 a 0. I padroni di casa girano a mille, arrivano sempre prima sulla palla e sfiorano la rete a più riprese. Al 25° è Lillo a tentare la fortuna, su calcio piazzato. La sua conclusione viene ribattuta, con Mazzilli che non chiude in rete il tap-in vincente. Passa solo un minuto e Desimini stende Biacino. Per il duo arbitrale è rigore. Sulla palla Mazzilli, mentre Di Bari si gioca la carta Schembri. Il 10 di casa non sbaglia, ed è 4 a 0. La Virtus è alle corde ma prova a reagire con Monno su punizione. La conclusione è deviata in corner da Imperiale. Sugli sviluppi del calcio d’angolo, Teofilo non insacca da pochi passi. Il nostro 14 si supera e blinda la porta ed il risultato quando al 29° sbarra la strada a tu per tu contro Sabato. Occasione che di fatto manda le squadre al riposo. Inizia la ripresa e Di Bari si gioca la carta del portiere in movimento, Lestingi, tentando il tutto per il tutto. Nemmeno il tempo di iniziare però e su un calcio di punizione per fallo di Sardella su Recchia, Gravina regala una magia alla platea, realizzando il 5 a 0, con un colpo da biliardo. Risponde il solito Sardella bloccato da Imperiale. Al 3° disimpegno errato di Vera e Gravina realizza il 6 a 0. Mister Squillace non lascia nulla al caso, vuole la gara perfetta, chiama il time out e ridisegna la sua squadra per ovviare al portiere in movimento avversario. La sua squadra risponde bene e ancora Gravina, questa volta su errore in disimpegno di Pavone porta le reti Futsal a 7. La perla di Carbonara quasi dalla sua area di rigore al 9 invece vale l’ottava rete. Ci prova un minuto più tardi Lestingi, ma Imperiale dice di no coi piedi. Ancora l’Imperatore chiude su Sardella subito dopo. La fotografia della serata storta rutiglianese, è tutta nel goal del 9 a 0, quando Desimini ribatte un corner di Recchia, sul corpo di Teofilo, con la sfera che si insacca nella porta sbagliata. Passano solo due minuti e sugli sviluppi di corner Gravina pesca Mazzilli che sigla il 10 a 0. Imperiale è assatanato quando al 18° nega la gioia del goal al solito Sardella. Goal che invece arrivano a “grappoli” per i padroni di casa. Discesa di Mazzilli che appoggia per il meglio posizionato Albanese. 11 a 0. Il goal degli ospiti arriva al 21° su un calcio di punizione di Monno che incrocia la sfortunata deviazione di Gravina. Nemmeno il tempo di gioire e Mazzilli serve Gravina che da due passi realizza il 12 a 1. Un minuto dopo il mancino di Modugno ricambia il favore e Mazzilli può gioire per il goal numero 40 in campionato, che vale il suo primato solitario nella classifica capocannonieri, nel giorno del suo 23° compleanno. Al 25° filtrante di Casamassima per Monno che con un bel lob di testa realizza il goal che vale il 13 a 2. Chiude il tabellino il tiro di Lacoppola che passa tra le gambe di Monno e supera il neo entrato Caputo. Si chiude di fatto qui, con la gara che negli ultimi minuti vede un passaggio palla dei padroni di casa in una partita che non ha più niente da dire, dove si aspetta solo il triplice fischio, che arriva al 31°, ed è apoteosi Futsal Capurso con i “bulldog” che festeggiano la grandissima serata, ringraziando e salutando i propri tifosi, anche perché ora finalmente la classifica inizia a sorridere davvero. Chissà con Gravina dall’inizio del campionato e con il De Giosa della scorsa stagione dove saremmo ora. Nel dubbio, ci godiamo il momento e salutiamo la capolista, meritatamente, Virtus Rutigliano, facendo i complimenti al suo mister ed ai suoi giocatori per la grande stagione disputata, con l’augurio di ritrovarci nuovamente, molto presto, da avversari. Magari chissà andando insieme, a braccetto, entrambe, in serie B.

Giuseppe Lonero

© Riproduzione riservata

Latest articles

Consiglio Comunale di Capurso del 28 dicembre 2023

In esclusiva in differita i lavori del Consiglio Comunale di Capurso.

Consiglio Comunale del 22 novembre 2023

In esclusiva in differita i lavori del Consiglio Comunale di Capurso.

Consiglio Comunale di Capurso del 13 ottobre 2023

In esclusiva in differita i lavori del Consiglio Comunale di Capurso.

Consiglio Comunale di Capurso del 25 settembre 2023

In esclusiva in differita i lavori del Consiglio Comunale di Capurso.

More like this