I riti della Settimana Santa

0
128

Culminano nella giornata di Domenica 24 Aprile 2011, con la Pasqua di Risurrezione, i riti del Triduo Santo che si celebrano in Capurso e nei territori circostanti.

La celebrazione del Mistero Pasquale ha inizio il giovedì santo con la messa in “coena domini” durante la quale viene rappresentata la tradizionale lavanda dei piedi come  momento fondamentale di raccoglimento per la comunità cristiana. Alla celebrazione segue la tradizionale visita ai sepolcri da parte dei fedeli che fanno tappa nelle chiese del paese, i cui altari vuoti proclamano la Resurrezione del Signore e contestualmente preparano agli eventi del Venerdì Santo. In questa giornata si celebra la Passione e la morte di Gesù in croce. Nel territorio capursese e non solo, la celebrazione del Venerdì Santo avviene soprattutto grazie a processioni solenni che si snodano attraverso le principali vie del paese. Quella di Capurso si svolge in serata e coinvolge 9 misteri, portati in spalla da devoti, ciascuno dei quali raffigura un episodio della Passione di Cristo, fino alla sua crocifissione. Chiude la Madonna Addolorata che è protagonista anche della processione che a Valenzano si svolge invece in mattinata. Le sue origini risalgono alla fine del ‘600 e conta circa 40 Misteri di proprietà privata, adornati di fiori, che vengono portati per il paese a rappresentare episodi della Passione di Cristo. A Noicattaro invece, la processione dei Misteri si svolge il pomeriggio del Sabato Santo, mentre il Venerdì sera è caratterizzato da suggestive e solenni processioni. La prima è quella della “naca”, la rappresentazione di Gesù morto avvolto nel sudario che viene cullata dai portatori e preceduta da più di cento crociferi, devoti incappucciati che a piedi nudi portano in spalla una croce di legno. A questa segue quella dell’Addolorata che per tutta la notte, fino alle sette circa di mattina, gira per il paese, questa volta preceduta da 33 crociferi, e che viene trasportata ad altezza d’uomo a rappresentare quasi la ricerca da parte della Madonna di Suo Figlio per tutto il centro abitato, in un’atmosfera di estremo raccoglimento. Queste celebrazioni servono a rivivere gli eventi della Passione di Cristo e sono di preparazione a quella che sarà la solenne Pasqua di Risurrezione del Signore, giorno di festa per l’intera comunità cristiana.

 

La Redazione di Capurso Web Tv augura a tutti quanti voi una serena Pasqua.

Teresa Campobasso

© Riproduzione Riservata