Orsa Capurso Real Volley Polignano

0
13

‘Fratelli d’Italia, l’Italia si è desta…’ – così è iniziato l’incontro di pallavolo femminile di serie D che ha visto fronteggiarsi la Polisportiva Orsa Capurso contro il Real Volley Polignano. Si è giocato in quel di Cellamare sabato 12 marzo alle ore 18.30.

La formazione capursese mandata in campo da mister Lillino Patano ha visto alla regia Antonella Triggiani, opposta Isabel Panza; laterali Gabriella Loconte e Maria Di Fronzo; centrali Annalisa Costantini e Luana Amoruso. Non sono trascorsi neppure dieci minuti di gioco e il giudice di gara ha dovuto interrompere il match per un serio infortunio di una giocatrice polignanese che ha lasciato poi il campo di gioco. Alla ripresa è stata l’Orsa a predominare mostrando un’ottima difesa a muro. Il Real Volley è apparso in difficoltà tanto da costringere il mister a chiamare il time out. Da evidenziare certamente la performance della Di Fronzo in questo primo set, alquanto imprevedibile nelle sue giocate, il suo gioco non è mai stato lo stesso. Buoni i servizi del capitano Loconte, ben dieci battute di fila per lei che consentono alla sua squadra di staccarsi di molto. È infatti l’Orsa ad aggiudicarsi il primo set per 25 a 11. Un Polignano quasi inesistente in questa prima tranche di gioco. Il 2° set ha presentato la medesima formazione del precedente. Ma la musica sembra essere cambiata. C’è stato qualcosa di mancante in ricezione, le orsacchiotte non sono riuscite facilmente a recuperar palla. Mister Patano ha proposto una sostituzione nel ruolo centrale: dentro Martina Marchionna per Amoruso. La neo entrata ha fornito un supporto più massiccio nella difesa a muro, bloccando diversi attacchi del Real. Ma non sono stati sufficienti. L’Orsa è stata evidentemente in difficoltà in questo secondo set. Mister Lillino ha optato, poi, per un cambio alla regia, con Daniela Paparella al posto della Triggiani, ma nulla di diverso. Ormai è andata: il Polignano si è aggiudicato il 2° set per 25 a 18. Il 3° set è partito ancora con la stessa formazione iniziale del precedente ad eccezione della regista Paparella al posto della Triggiani. Questo è stato un set molto equilibrato: ogni punto è stato tremendamente sudato da entrambe le compagini. Ma questa situazione ha innervosito le orsacchiotte, la tensione c’è stata e si è avvertita. È stato il capitano Loconte a prendere per mano le sue compagne di squadra e a far tornare la calma cercando di far il meno possibile errori. Ma in questo match ad essere carente è stata la ricezione, e dunque Patano ha mandato in campo il libero Annalisa Bonanno per rafforzare la difesa. Ma è servito a ben poco. Anche questo set se l’è aggiudicato il Real Volley per 25 a 15. Ancora stessa formazione nel 4° set con sole due sostituzioni: alla regia Triggiani per Paparella, e nel ruolo di laterale Alessia Marchionna per la Di Fronzo. Nessuna delle due compagini si è imposta in maniera determinante, anche questo set è apparso da subito piuttosto equilibrato. Ma questo rincorrersi punto dopo punto non fa altro che aumentare il nervosismo. Sia il Polignano che il Capurso vogliono aggiudicarsi il set per riaprire la partita. L’Orsa inizia a staccarsi: ottimo l’attacco della Amoruso che finalmente sembra essere tornata la centrale che abbiamo conosciuto, ma che in questo sabato è apparsa piuttosto in ombra. Il Polignano, però, recupera nuovamente. È stato un inseguirsi continuo. Un bel set avvincente, che alla fine ha visto l’Orsa vittoriosa per 26 a 24. E dunque si va al tie-break. Il 5° e ultimo set ha presentato la stessa formazione con la Di Fronzo rientrata nel suo ruolo di laterale. Non sono partite affatto bene le orsacchiotte. Il Polignano è riuscito da subito a staccarsi di ben 6 punti lasciando l’Orsa a 0. Il tie-break è sempre un set molto particolare, non ci si può permettere di sbagliare tanto altrimenti in quattro e quattr’otto si giunge al termine. È cosi è stato per questo match. Il libero dell’Orsa, Bonanno, ha commesso ripetuti errori in ricezione che hanno fatto allungare il passo al Polignano per poi consentirgli di vincere il set per 15 a 5. Dunque meglio feriti che morti: la Polisportiva Orsa porta a casa 1 punto andando a quota 23, certo non cambia molto ai fini dei play out, ma fa sicuramente morale. Prossimo incontro è previsto per sabato 19 marzo contro Polisportiva centro storico Locorontondo, incontro non semplice visto il secondo posto in classifica dell’avversario.

Lorena Stolfa

© Riproduzione Riservata

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here