Orsa Capurso Monopoli

0
44

Partita ad alti livelli quella giocata sabato 12 febbraio dalla Polisportiva Orsa Capurso contro l’Apulia Monopoli. ‘La più bella della stagione’ – a detta del Presidente Enzo Laricchia. Ma le belle giocate non sono state sufficienti per portare a casa i 3 punti.

Il match è terminato col punteggio di 3 set a 1 per il Monopoli, squadra che milita al primo posto nella classifica di serie D femminile. Si è giocato come sempre presso l’Istituto Comprensorio Ronchi di Cellamare. Fischio d’inizio alle ore 18.30. Anche in questa settimana il capitano Gabriella Loconte è out e per riempire il posto mancante nelle orsacchiotte, è stata convocata Alessia De Leonardis dell’Under 16. La formazione iniziale mandata in campo da mister Lillino Patano ha visto alla regia Antonella Triggiani, opposta Isabel Panza; centrali Luana Amoruso e Martina Marchionna; laterali il capitano Maria Di Fronzo e Alessia Marchionna. Il set è partito subito in modo piuttosto equilibrato, nessuna delle due compagini è riuscita a staccarsi in modo netto. Si è distinta nei primi minuti dell’incontro il capitan Di Fronzo che non ha mai lasciato intendere il suo tipo di gioco alle avversarie spiazzandole in ogni attacco. Le orsacchiotte hanno poi iniziato ad imporre il proprio gioco tanto da costringere l’allenatore monopolitano a chiamare il time out. Questi pochi minuti di pausa sembrano aver affievolito l’enfasi delle capursesi che iniziano a perdere il controllo del gioco e a commettere una serie di errori, fatali per il set che se l’è aggiudicato l’Apulia col punteggio di 25 a 21. Il 2° set vede confermata la stessa formazione iniziale ad eccezione della Marchionna Alessia accomodatasi in panca a favore di Annalisa Costantini che ha occupato eccezionalmente la posizione di laterale anziché la sua consueta di centrale. Il set non è partito molto bene, soprattutto per una serie di errori di servizio prima della Di Fronzo, poi della Amoruso e poi anche della Panza, che hanno consentito al Monopoli di staccarsi nel punteggio. L’Apulia vanta di certo un bel sestetto capitanato da un’ottima numero 1 che non ha sbagliato un attacco. Patano ha voluto dare maggiore forza alla difesa e ha deciso di mandare in campo il libero Annalisa Bonanno. Ma ormai il Monopoli ha staccato di troppo e si aggiudica anche il 2° set col punteggio di 25 a 15. Nel 3° set la musica sembra cambiata. Entra Daniela Paparella alla regia al posto della Triggiani e la Costantini riprende il suo ruolo di centrale al posto di Martina Marchionna. È rientrata anche Alessia Marchionna nella posizione laterale. Da subito l’Orsa si è staccata dal Monopoli di ben 5 punti lasciando la compagine avversaria a 0 punti. Il mister monopolitano non ha gradito affatto questa situazione e ha chiamato le sue ragazze a bordo campo. Esplosivo il capitan Di Fronzo con i suoi attacchi in parallelo a bordo linea, imprendibili. Il sestetto capursese ha continuato a guadagnare bei punti e per tutelare questo vantaggio mister Patano ha chiamato il time out per suggerire ulteriori accorgimenti. Nuovo cambio alla regia: fuori Paparella dentro Triggiani. L’Apulia ha iniziato, però, a risalire col punteggio e dunque è iniziata a salire anche la tensione. Lillino ha deciso di sostituire la Di Fronzo perché troppo nervosa e ha mandato in campo Gabriella Battaglia. L’Orsa è giunta al ventiquattresimo punto e dopo vari tentativi, che hanno comunque consentito al Monopoli di accorciare le distanze, è riuscita a farne un altro guadagnandosi meritatamente il set col punteggio di 25 a 20. Il 4° set è certamente degno di nota. La formazione è la stessa del set precedente con la Triggiani alla regia fin dall’inizio. Ottima la prestazione della Costantini che non ha lasciato tregua alle avversarie. Ogni punto è stato duramente sudato da entrambe le compagini. Il clima si è scaldato notevolmente, la tensione era altissima, i nervi molto tesi e il giudice di gara ha caricato la dose con le sue opinabilissime decisioni. Il pubblico si è accanito contro di lui notevolmente, era un caos generale. Per l’arbitro le palle finite dentro sono fuori, quelle nettamente fuori sono dentro, in confusione. Le orsacchiotte hanno risentito molto di questa situazione e qualcuna di loro non è riuscita a tenere a bada le parole tanto da ricevere l’ammonizione. Questo cartellino giallo è costato caro alle ragazze dell’Orsa visto che ha comportato un punto alle avversarie e il cambio palla. L’Orsa e l’Apulia si sono rincorse punto dopo punto. La tensione si tagliava col coltello. Patano ha proposto la Battaglia al posto della Marchionna, ma subito dopo la neo entrata ha subito un infortunio che l’ha costretta ad abbandonare il campo. È rientrata, dunque la Marchionna. Il punteggio a questo punto è piuttosto critico per l’Orsa, 24 a 23 per l’Apulia, non si può sbagliare. Facile a dirsi ma non a farsi: l’Apulia Monopoli ha vinto il 4° set col punteggio di 25 a 23 e dunque l’intero match per 3 set a 1. Grande applauso resta comunque da fare alle orsacchiotte che hanno saputo giocarsela davvero bene con la 1^ squadra in classifica. Prossimo appuntamento, dunque, per sabato prossimo in quel di Castellana Grotte contro la Sideout Sport.

Lorena Stolfa

© Riproduzione Riservata

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here