Orsa Capurso Fides Triggiano

0
30

Pomeriggio freddo, tipico dei giorni della merla, quello di sabato 29 gennaio presso l’Istituto Ronchi di Cellamare. Sugli spalti volti infreddoliti e nasi rossi dei tifosi che pian piano iniziano a sedersi.

Calore, energia, entusiasmo invece giunge dal campo. Il tanto atteso derby sta per iniziare. La Polisportiva Orsa incontra la Fides Triggiano. Una sfida importante, non tanto e non solo per guadagnare punti in classifica quanto per una soddisfazione di squadra, perché si sa in qualunque sport un derby è sempre un derby. Alle 18.30 in punto l’arbitro sancisce con un fischio l’inizio della partita. La formazione iniziale mandata in campo da mister Lillino Patano è la solita: con Antonella Triggiani alla regia, opposta Isabel Panza; con Gabriella Loconte e Maria Di Fronzo nella posizione laterale e con Annalisa Costantini e Luana Amoruso centrali. Da subito il Triggiano mette in difficoltà l’Orsa così da costringere mister Patano a chiamare il time out, è un evidente momento di difficoltà. L’allenatore delle orsacchiotte vuole dare una scossa e decide di mandare in campo il libero Annalisa Bonanno, e di cambiare la palleggiatrice Triggiani con Daniela Paparella. I cambi non portano a nulla di buono, l’Orsa non riesce a fare punti e sul 14 a 22 per la Fides, Lillino richiama a bordo campo le sue ragazze. Ma nulla di fatto, il Triggiano conquista il primo set col punteggio di 25 a 18. Il 2°set comincia con la stessa formazione iniziale e con l’utilizzo del libero. Il set inizialmente appare equilibrato, ogni punto è sudato da entrambe le parti. È davvero una bella partita. Inaspettatamente Patano chiama in panchina l’Amoruso e al suo posto manda in campo Ramona Capuano. La stessa Luana, però, non comprende la ragione della sostituzione, ma si accomoda in panca senza proferir parola. Improvvisamente è la Fides a trovarsi in cattive acque a tal punto che il mister chiama il suo primo time out della gara finora. L’Orsa sta conquistando bei punti, ma l’inopportuna sostituzione della Di Fronzo con Gabriella Battaglia mina l’equilibro creatosi. È evidente che la numero 27 dell’Orsa non è in forma oggi, e la Fides l’ha ben compreso puntando molto su di lei e dunque costringendo Patano a richiamarla in panca e a rimandare in campo la numero 9. Lo stacco ormai è dato, la Fides conquista anche il 2° set col punteggio di 25 a 22. Il 3° set inizia con uno spirito diverso. È un set molto avvincente, l’entusiasmo da derby c’è e si vede. Una bella partita macchiata, però, da un arbitraggio ridicolo che spesso va in confusione non fischiando quasi per nulla le doppie della palleggiatrice triggianese. Il pubblico presente si accanisce contro di lui senza risultato. Ottimo il capitano dell’Orsa in questo set che si scatena coi suoi attacchi in parallelo. Grande il feeling nel sestetto capursese che riesce a conquistare il set staccandosi di ben 10 punti dall’avversario. Ora bisogna giocarsela tutta per aggiudicarsi il match. Occorre vincere il 4° set e andare poi al tie-break. Ma le ragazze dell’Orsa non ce l’hanno fatta. Il set è nuovamente dominato dalla Fides almeno all’inizio, poi una serie di doppie della palleggiatrice triggianese, che questa volta sono fischiate dal giudice di gara, aiutano l’Orsa a rimontare. Rientra la Triggiani alla regia al posto di Paparella, ma serve a ben poco. La Fides vince anche questo set per 25 a 21 aggiudicandosi la gara per 3 set a 1. Con questa sconfitta l’Orsa Capurso resta a quota 13 punti e rimanda l’appuntamento a sabato prossimo con una nuova gara in casa contro la New Holiday Taranto, sperando di poter guadagnare 3 punti con una squadra che milita al terzultimo posto in classifica.

Lorena Stolfa

© Riproduzione Riservata