Anche in primavera, a Capurso l’attività culturale è a distanza.

0
81

Il Libro Parlante, Il Libro Possibile Winter, Storie di Vinile, Capurso Danza, il Bar dello Sport, il VianDante, gli appuntamenti istituzionali, le conferenze sul sociale, sulla diversità e sulla disabilità, i giovani e l’Europa, la Giornata Mondiale della Terra. Sono i preziosi ingredienti del 43° cartellone di Capurso Cultura, dal titolo Primavera della Cultura (a Distanza).

Il cartellone parte il 2 aprile con una conferenza organizzata dall’associazione per disabili Albatros in occasione della Giornata dell’autismo e si chiuderà il 20 giugno con la super ospite Gabriella Genisi, reduce del grande successo televisivo della fiction Lolita Lobosco, che presenterà il noir “ La regola di Santacroce”.

Gli eventi, fatta salva la possibilità di tornare a fare cultura all’aperto, si terranno in streaming sulla pagina facebook Capurso Cultura.

“È il nostro terzo cartellone a distanza. – afferma il sindaco Michele Laricchia – Ci siamo resi conto che sono tanti i cittadini che apprezzano anche questa modalità di promozione dell’attività culturale e per questo abbiamo dato seguito alla sperimentazione. Un sincero grazie a tutti coloro che si stanno impegnando nella realizzazione del progetto: amministratori, associazioni e volontari.”

“Il  43° cartellone Primavera della Cultura è il frutto della sinergia tra  Amministrazione e Associazioni del territorio. – afferma il consigliere delegato alla Cultura Gianni Locorotondo – Purtroppo, per giuste ragioni, siamo costretti a condurre una vita “a distanza” e per questo motivo noi continuiamo imperterriti a proporre una serie di iniziative culturali che diano ai nostri cittadini la possibilità di tenersi per mano, continuare a vivere attivamente il territorio e perchè no, concediamo a tutte le fasce di età sani momenti di svago”.

“Siamo felici di poter presentare più di 30 appuntamenti che potranno portare un po’ di primavera a tutti coloro che ci seguiranno negli eventi di intrattenimento, ma anche d’informazione e riflessione. – scrive Mariangela Giordano, consigliera delegata alla biblioteca D’Addosio, e aggiunge – Questo cartellone nasce con uno spirito resiliente, che testimonia la volontà di rifiorire, malgrado le difficoltà del periodo, proprio attraverso la cultura”.

(fonte: comunicato stampa Comune di Capurso)

Redazione

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here