Futsal Capurso – Sagittario Pratola 3-5 | Goldoni supera un Capurso poco cinico

0
174

Cinque tiri, cinque reti e Tiago Goldoni, regala tre punti al Sagittario Pratola. I “bulldog” pagano qualche errore individuale ed i troppi acciacchi che hanno praticamente messo ko, mezza rosa, in settimana. Alla fine, il Sagittario, fa la sua onesta partita e torna a casa con i tre punti.

Squillace deve, praticamente, fare a meno di Biacino e Massimo Squeo. In porta ci va Marco Ritorno.
Esterofilo, il quintetto ospite di mister Di Giustino, che sceglie Rafael, Nieto, Paludo, Goldoni ed il capocannoniere del campionato, Mattia Raguso.

Direzione di gara, affidata al duo, Cundo’ – Grande, con Lacalamita cronometrista.

Avvio di marca “bulldog”, che sembrano partire con il giusto piglio e provano ad impensierire, Rafael.
In goal, però, ci vanno gli ospiti al primo affondo. Goldoni si libera al tiro e trova l’angolo giusto, per l’uno a zero. Il Capurso accusa il colpo e Lancia sfiora il raddoppio, ben fermato da Ritorno.
Bulldog, che si scuotono, qualche minuto più in là, con Zerbini che non trova la porta.
Non trova la porta, nemmeno, Pavone che, però, si fa apprezzare per una bella conclusione volante. Il goal, arriva di li a poco, con un rigore conquistato da Demola. Sul dischetto Zerbini per la rete del pari.
Lo stesso Zerbini, che subito dopo colpisce il palo dalla distanza, mentre Goldoni alla seconda palla giocata, trova il due a uno.
Il brasiliano, sfiora di li a poco, il tre a uno, mentre tra i padroni di casa, i pericoli arrivano da Zerbini, che viene ipnotizzato da Rafael, che ribatte in corner.
Goldoni, ancora lui, qualche minuto più in là regala la sua tripletta. Goldoni realizza e Rafael difende il risultato, sempre sul solito Zerbini. Ancora Zerbini vicino alla rete a cinque minuti dal termine. La sfera non ne vuole sapere di entrare e così Goldoni serve il poker al diciottesimo. Sulla sirena diventerà pokerissimo, per un pomeriggio da ricordare per lui.

Nella ripresa è un lungo monologo Capurso. Si parte da un fraseggio Pavone – Demola che serve Zerbini, che, in spaccata, non trova la porta. Al quarto, Zerbini trova lo specchio ma Rafael respinge. Rafael, che nulla può, su sviluppi di corner, dove Demola trova la rete che riapre la gara. La Futsal spinge e ci crede senza concedere nulla di significativo agli ospiti, ma il pomeriggio dei bulldog, si potrebbe raccontare nel mancato goal di Sardella a metà frazione. Quando non deve girare, non gira. Zerbini dalla distanza a otto dal temine, riapre ulteriormente l’incontro. Ritorno fa il quinto di movimento e Demola sfiora la rete a più riprese ma non c’è nulla di significativo e la sfida termina così, con i “bulldog” a leccarsi le ferite.
Per carità, nulla di così drammatico.

Giuseppe Lonero

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here