27.4 C
Capurso
domenica, Luglio 14, 2024
spot_img
HomeSportFutsal Capurso - Virtus Rutigliano 5-5

Futsal Capurso – Virtus Rutigliano 5-5

Published on

spot_img

Un film già visto, da copione cambia solo l’avversario. Era la partita che avrebbe potuto dire le vere aspettative del Capurso in campionato. Il risultato e la prestazione parlano da se e la macchina perfetta creata da Squillace oggi è una grande realtà.

I bulldog con un finale eroico riagguantano i granata di mister Di Bari e staccano il pass per la Coppa. Un risultato giusto senza ombra dubbio. Onore alle due squadre per aver espresso un grande futsal dinanzi ad una cornice di pubblico straordinaria con un Palasport gremito, rumoroso e tutto sommato sportivo. 
Squillace recupera in extremis Garofalo, che, non al meglio, inizia dalla panchina. Si parte con Frisone, Satalino, Biacino, Mazzilli e Corona. Di Bari recupera Grana (tutte le azioni partono da lui), mentre la società sopperisce all’assenza di Paolo Rotondo per squalifica e alla cessione di Barbosa con i super innesti Ferdinelli e Lopez.
Il tecnico ospite risponde con Di Ciaula, Grana, Fernandez, Ferdinelli e Bonde.
Direzione di gara affidata al duo Pagliarulo – Squeglia delle sezioni di Napoli e Civitavecchia con Rutigliano cronometrista.
Inizio di gara con brivido per i padroni di casa con Ferdinelli che sguscia via alla difesa bulldog prima di sparare altissimo a due passi da Frisone. Padroni di casa che rispondono senza fortuna con un sempre più in palla Satalino. La partita è bella e briosa con le due squadre che provano a far propria la partita ed il goal non tarda ad arrivare. Minuto 4 sul cronometro, giocata di fino di Mazzilli che poi mette in porta Biacino che da due passi non può fallire l’appuntamento con la rete per il vantaggio Futsal Capurso. Vantaggio che dura un minuto, colpa di un Fernandez in palla, che pareggia i conti. Potrebbe anche passare in vantaggio la Virtus che deve fermarsi dinanzi alla prodezza di Frisone su Bonde. Se gli ospiti non realizzano i bulldog non sprecano un colpo e l’assist perfetto di Demola vale il 2a1 firmato Sardella. Nemmeno il tempo di esultare e Campagna sorprende la difesa ospite e fa due pari. Passa un minuto e Corona ci prova da fuori ma la sua conclusione viene deviata in corner. Senza fortuna anche il tentativo di Garofalo qualche istante più tardi. Goal che invece arriva un istante più tardi con uno straordinario Bonde che infila Frisone in uscita e porta per la prima volta gli ospiti in vantaggio. Il Capurso non ci sta con Corona che deve arrendersi allo show di Di Ciaula che compie una prodezza. Lo stesso portierone ospite si ripete più tardi su Demola. Finale arrembante con Mazzilli e Marco Squeo che creano occasioni in serie prima dell’ottimo intervento di Frisone che salva su Ferdinelli lanciato a rete e manda di fatto le squadre al riposo.

 

Si riparte con le stesse formazioni della prima frazione e con Mazzilli che si fa ribattere in corner una conclusione da Di Ciaula. Tra gli ospiti sale in cattedra Bonde, autentico fenomeno. Non esce mai, ha grande gamba e tecnica, è il valore aggiunto della Virtus ma si deve inchinare davanti a Frisone in due occasioni. Superato il pericolo arriva l’episodio che riapre il match con il duo arbitrale che concede un rigore ai padroni di casa. Sulla palla Mazzilli ma Di Ciaula è super e il risultato non cambia. Risultato che non cambia di fronte all’ennesima giocata del danese Bonde che fa tremare la traversa. Al settimo la conclusione a lato di Sardella diventa il preludio del goal della Virtus che realizza con Ferdinelli, dopo un ottima azione corale partita come sempre dalla mente Marcio Grana. Il primo sigillo con la maglia Virtus di Lopez invece fa liberare tutta la gioia e scaccia via tutte le paure in casa virtus, per il goal che sembra dare i tre punti a Di Bari a quattro minuti dal termine. 
Non è cosi e mentre partono i primi sfotto ospiti tra le tribune, Squillace chiama il time out con Garofalo che torna in campo come quinto di movimento con Benny subito protagonista sfiorando la rete. La partita si riapre qualche istante più tardi. Date una punizione dal limite a Corona e ci pensa lui per il 5 a 3. L’artista concede il bis dopo nemmeno un minuto, questa volta con un tiro libero calciato rasoterra e angolato. È caos sulle tribune, non si capisce più e il Rutigliano adesso ha paura. Paura giustificata dalla zampata di Garofalo che vale il pari e la festa ” bulldog” in campo e fuori. L’inerzia dell’incontro è cambiata, adesso gli sfottò partono dai sostenitori di casa. 
Non si capisce più nulla e Mazzilli ad un minuto dal termine calcia a lato la palla del 6 a 5 a tu per tu con Di Ciaula. Sarebbe stata l’apoteosi. Il Rutigliano è ormai alle corde ma da grande squadra negli ultimi trenta secondi prova a vincerla con il suo estro e i suoi big ma Frisone è eroico e il risultato non cambia. 
Game over al Palasport di Valenzano con il grido di gioia capursese che vale la Coppa. Più grande é la gioia dei tuoi avversari quando ti colpiscono, più grande è la tua forza. Oggi, Capurso, hai capito che puoi sederti con loro, alla tavola delle grandi. Mantieni i piedi per terra e continua a sognare….

Giuseppe Lonero

Riproduzione Riservata

Latest articles

Consiglio Comunale di Capurso del 28 dicembre 2023

In esclusiva in differita i lavori del Consiglio Comunale di Capurso.

Consiglio Comunale del 22 novembre 2023

In esclusiva in differita i lavori del Consiglio Comunale di Capurso.

Consiglio Comunale di Capurso del 13 ottobre 2023

In esclusiva in differita i lavori del Consiglio Comunale di Capurso.

Consiglio Comunale di Capurso del 25 settembre 2023

In esclusiva in differita i lavori del Consiglio Comunale di Capurso.

More like this