18.2 C
Capurso
sabato, Maggio 25, 2024
spot_img
HomePoliticaL’immobile lo cediamo… ma no va venduto!

L’immobile lo cediamo… ma no va venduto!

Published on

spot_img

Abbiamo ricevuto nei giorni scorsi un comunicato stampa a firma di Rossana Rignani, segretaria della locale sezione del Circolo PD Capurso e ne diamo qui di seguito pubblicazione integrale.

Comunicato stampa

Ancora una volta L’Amministrazione Comunale di maggioranza del gruppo Capurso Punto e a Capo ha dato ampia prova della propria inefficienza: quando non si tratta di organizzare una festa brancola nel buio! La strana vicenda che questa volta ci occupa, riguarda una lunga trattativa con il Comune di Bari. L’Assessore all’Ambiente del Comune di Bari, Prof. Maria Maugeri ha avviato con il Sindaco di Capurso l’istruttoria propedeutica ad ottenere la concessione in comodato d’uso gratuito di un fondo, di proprietà capursese, incidente nella zona di Torre a Mare. L’Assessorato all’ambiente del Comune di Bari aveva intercettato un finanziamento regionale, per €.400.000,00 per la realizzazione di un Centro Raccolta Differenziata dell’intera area inclusiva del bene nostrano. Tra le parti vi sono stati una serie di contatti, scambi di schemi d’intesa, telefonate, con inizio nel marzo 2013. Si era giunti anche ad un accordo verbale sullo strumento giuridico da impiegare, ma il Sindaco Francesco Crudele ha continuato a prender tempo. L’Assessore Maugeri ha più volte sollecitato la definizione formale dell’accordo. Le ragioni erano evidenti : da un lato la creazione di un Centro Raccolta Differenziata avrebbe determinato la ri-qualificazione dell’intera area, dall’altro c’era l’interesse a non vedersi revocare un finanziamento regionale. Il Comune di Capurso ha continuato a nicchiare, sin quando, il 13.09.2013, cioè dopo sei mesi, non è pervenuta l’incredibile risposta: il bene in discussione era stato oggetto, nel lontano 2005, di una delibera di giunta comunale che ne aveva disposto l’alienazione, non poteva essere concesso in comodato! “Sono rimasta davvero sorpresa di apprender questa notizia”  ha affermato l’Assessore Maugeri. L’intera vicenda appare davvero assurda. A voler pensar bene, l’Amministrazione Comunale ha dato prova di inefficienza, dimostrando di non conoscere i suoi stessi provvedimenti. La deliberazione di giunta del 2005, infatti, vedeva come assessore in giunta anche il Sindaco Crudele, che non poteva ignorare quanto egli stesso aveva stabilito. Ricordiamo, comunque, che le delibere di giunta  possono essere sostituite da altre delibere di giunta: se un immobile non è stato venduto per otto anni si può ben pensare di destinarlo diversamente, inserendolo in un progetto di qualità come quello proposto dal Comune di Bari. Se, invece, dietro tutto questo tergiversare si nasconde un ulteriore  programma, appare opportuno ricordare agli amministratori che, poiché si tratta di un bene incidente in territorio barese, ogni determinazione sarà soggetta al placet dell’amministrazione del capoluogo di Provincia. In ogni caso  la linearità e la trasparenza paiono carenti.

La segretaria del Circolo del PD di Capurso – Rossana Rignani

Redazione

© Riproduzione riservata

Latest articles

Consiglio Comunale di Capurso del 28 dicembre 2023

In esclusiva in differita i lavori del Consiglio Comunale di Capurso.

Consiglio Comunale del 22 novembre 2023

In esclusiva in differita i lavori del Consiglio Comunale di Capurso.

Consiglio Comunale di Capurso del 13 ottobre 2023

In esclusiva in differita i lavori del Consiglio Comunale di Capurso.

Consiglio Comunale di Capurso del 25 settembre 2023

In esclusiva in differita i lavori del Consiglio Comunale di Capurso.

More like this