12.3 C
Capurso
giovedì, Aprile 25, 2024
spot_img
HomePoliticaAndate a scuola. Ma dove? Comunicato stampa del Pd Capurso

Andate a scuola. Ma dove? Comunicato stampa del Pd Capurso

Published on

spot_img

Abbiamo ricevuto in redazione un comunicato stampa dal Pd Capurso che pubblichiamo qui di seguito integralmente, in materia di scuola.

Comunicato stampa

Anche all’inizio di quest’anno scolastico, l’Amministrazione Comunale di Capurso ha ritenuto opportuno invitare calorosamente le famiglie a mandare i propri figli a scuola.

Bene ha fatto a rimarcare l’importanza dell’istruzione, vero volano per lo sviluppo sociale ed economico del nostro territorio. Peccato che, al netto della bontà delle intenzioni, il quadro della Scuola in Capurso si presenti non proprio idilliaco. Tanto a non voler considerare che a Capurso ci sono solo scuole dell’obbligo e che frequentare la scuola dell’obbligo non è una scelta discrezionale delle famiglie, bensì un dovere la cui inottemperanza può portare alla condanna penale dei genitori… Intanto, incideranno sulle tasche di tutte le famiglie le riduzioni relative al contributo per i libri di testo e, sulla qualità dell’Offerta Formativa delle Scuole, la conclusione del Programma Operativo Nazionale 2007/2013, “Con l’Europa investiamo sul vostro futuro”, che ha consentito alle singole Istituzioni Scolastiche del nostro territorio, in un formidabile settennio, di dotarsi di infrastrutture laboratoriali, di investire sulle competenze professionali della classe docente e di innalzare i livelli di apprendimento degli alunni, contrastando la dispersione scolastica. Ciò che, tuttavia, lascia davvero perplessi, è la condizione complessiva di alcuni istituti scolastici capursesi. La ex Scuola Primaria “San Domenico Savio” ha dovuto rifiutare, in questi ultimi anni, le iscrizioni per  sovraffollamento. La mancanza e la dimensione ridotta delle aule  – occupate da non meno di 25-26 alunni – è di tale gravità da aver indotto, negli anni scorsi, il Dirigente Scolastico a rinunciare alla propria stanza, adattandosi a trasferire la Presidenza in uno sgabuzzino, pur di favorire gli alunni. Nonostante l’Istituto serva una zona di recente urbanizzazione ed in fase di espansione, non è in previsione alcun ampliamento e/o creazione di nuove strutture. Eppure è  facile la considerazione per cui, quando si concedono autorizzazioni ad ampliare le aree di urbanizzazione, i servizi devono essere incrementati di pari passo, pena il collasso del sistema. La scuola dell’infanzia Collodi, invece, manca della mensa, servizio indispensabile per le famiglie ai fini della frequenza dei propri figliuoli, considerato che in molti nuclei familiari, ormai, lavorano entrambi i genitori. Numerose, in questi anni, le promesse da parte dell’Amministrazione di provvedervi, ma si è ancora, e chissà per quanto tempo, in attesa, con gravi ricadute sulle scelte organizzative delle famiglie, che, tradite dalla propria amministrazione comunale in fatto di soddisfacimento dei propri bisogni più elementari, sono costrette a utilizzare strutture scolastiche dei Comuni viciniori. Gli Istituti  Rodari e Montessori, che operano in strutture fatiscenti, necessitano di una radicale ristrutturazione! E’ di questi giorni, inoltre, la notizia che le squadre cittadine di pallavolo e pallacanestro  non potranno più allenarsi presso la palestra dell’ex Istituto Secondario Venisti, in quanto la struttura abbisogna, per una grave e colpevole trascuratezza e per ingiustificabile deficienza di controllo da parte di chi di dovere (tanto paga il solito Pantalone!), di costosi interventi di manutenzione  nelle opere murarie e di rifacimento del pavimento. Stendiamo, infine, per amor di patria, un velo pietoso sul campo polivalente esterno. Tanto , nonostante le promesse fatte dal Sindaco, Francesco Crudele, che, in occasione di una seduta del Consiglio d’Istituto dell’ex Scuola Venisti di questa primavera, si era impegnato a dotare la scuola di infissi nuovi, nonché ad effettuare una completa ristrutturazione della palestra stessa! Infine, nonostante l’anno scorso questa amministrazione abbia previsto, con una variazione di bilancio, di cantierizzare una nuova scuola materna, non se ne vede la luce, così come sono spariti i relativi accantonamenti fatti dalle precedenti amministrazioni. Condividiamo l’invito rivolto da questa amministrazione alla cittadinanza, ma ci viene facile chiedere, andate a scuola … ma in quale scuola?

La segretaria del

Circolo del PD di Capurso

Redazione

© Riproduzione riservata

Latest articles

Consiglio Comunale di Capurso del 28 dicembre 2023

In esclusiva in differita i lavori del Consiglio Comunale di Capurso.

Consiglio Comunale del 22 novembre 2023

In esclusiva in differita i lavori del Consiglio Comunale di Capurso.

Consiglio Comunale di Capurso del 13 ottobre 2023

In esclusiva in differita i lavori del Consiglio Comunale di Capurso.

Consiglio Comunale di Capurso del 25 settembre 2023

In esclusiva in differita i lavori del Consiglio Comunale di Capurso.

More like this