SECONDA VITTORIA CONSECUTIVA PER IL CUTI: REMUNTADA SU CRISPIANO

0
35

Le vittorie rappresentano sempre un’importante iniezione di fiducia, ciò di cui le ragazze di coach Malena avevano assolutamente bisogno. Dopo aver vinto contro Molfetta arriva la seconda vittoria consecutiva contro la matricola Crispiano, un match rocambolesco che ha premiato la voglia di vincere di Nuzzi e compagne. Dopo essere andate sotto di sue set, le capursesi con grande caparbietà ed orgoglio hanno agguantato una vittoria importante per la classifica e per il morale. Un tre a due che allontana le cuti boom dalle zone basse della classifica.
“Siamo partite oggettivamente con il piede sbagliato ed è stati difficile recuperare la fiducia e il morale nonostante le prestazioni iniziali. A mio parere in un girone difficile come questo non si può guardare troppo in avanti trovandosi a fare calcoli di probabilità che possono capovolgere i piani. Una cosa è certa, la palla è tonda e nello sport non si può mai dar nulla per scontato. Io credo nelle potenzialità della mia squadra, e possiamo e dobbiamo fare ancora di più, ne siamo capaci – dichiara la giovane Marilisa Marigliano che continua – Il rammarico per questo inizio di stagione continua ad esserci per il semplice fatto che sappiamo di essere molto più di quanto abbiamo mostrato nelle partite iniziali, ma questo non condiziona il lavoro costante e duraturo che ci aspetta. Il campionato è ancora lungo”.
Sulla vittoria contro Crispiano: “Penso che la vittoria di sabato sia anche l’effetto del lavoro che stiamo facendo sull’attenzione di squadra negli allenamenti in settimana, durante i quali abbiamo notato che è sempre facile lasciarsi scappare la risata di troppo e perdere la concentrazione. Stiamo lavorando molto su questo aspetto, impegnandoci ad essere costanti in allenamento dal riscaldamento iniziale fino allo stretching finale. Sulla mia prestazione dal punto di vista tecnico non mi esprimo, preferisco aspettare lo scout della partita che volta per volta mi sta aiutando a capire su cosa devo lavorare in particolare in settimana e mi è molto d’aiuto. Per il resto credo di poter dare ancora di più, sto cercando di dare il massimo giorno per giorno cercando di spostare massimo sempre più in là. Non mi accontento, voglio fare ancora meglio.”

(foto: Dino Ladisa)

Vito Giardino

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here