Progetto RiCibiamo dell’APS Civitas Mariae. Inaugurata la nuova sede confiscata alla criminalità.

0
195

Ieri teatro di attività criminose, da oggi centro per il recupero alimentare e, molto presto, mensa sociale.
È stata inaugurata oggi giovedì 17 ottobre alle ore 11.30 a Capurso (BA), la nuova sede dell’Associazione di Promozione Sociale Civitas Mariae, e sede operativa del Progetto RiCibiamo. A tagliare il nastro il sindaco Francesco Crudele, la Prefetta di Bari Marilisa Magno e il vice sindaco dei ragazzi Alessandro Mazzarano, alla presenza del Questore di Bari Giuseppe Bisogno, del Comandante Provinciale di Bari dei Carabinieri Colonnello Fabio Cairo, del Vicepresidente di Avviso Pubblico e Sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio e del Direttore della Caritas diocesana don Vito Piccinonna.

Avviato in via sperimentale nel 2015, il progetto RiCibiamo è finalizzato al recupero dei pasti eccedenti nelle mense scolastiche e alla loro distribuzione nella rete solidale locale per i cittadini in stato di necessità. Dal 2018 è coordinato dall’Associazione di Promozione Sociale Civitas Mariae.

Mediamente ogni giorno sono almeno 40 i pasti recuperati dalle mense scolastiche delle scuole di Capurso e Cellamare, le eccedenze dei banchetti delle sale ricevimento, i fine-giornata di panifici e pasticcerie, prodotti alimentari in scadenza dalle catene di distribuzione e distribuiti a persone in condizioni di bisogno o consegnate a domicilio agli anziani soli non autosufficienti.
Dall’avvio del progetto la rete antispreco si è ampliata notevolmente grazie all’impegno instancabile e volenteroso di tanti volontari.
Il progetto dunque non solo vuole rappresentare un aiuto concreto per le persone in difficoltà ma ha soprattutto un significativo impatto ambientale poiché consente di ridurre la produzione dei rifiuti e consente di trasformare lo spreco in risorsa.
Grazie alla disponibilità di questa nuova sede attrezzata con una sala mensa, un ufficio, una cucina e un laboratorio, oltre a degli spazi all’aperto, il progetto “RiCibiamo” potrà ora svilupparsi, consolidando l’attività già esercitata realizzando anche un centro d’ascolto per assistere e supportare le famiglie in condizioni di disagio o persone senza fissa dimora, rafforzando e promuovendo la cultura del contrasto allo spreco alimentare.

Federica Valentini

Interviste di Elena De Natale – Foto di Mimmo Pellicola

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here