Colpaccio della Football Club Capurso a Locorotondo

0
57

VIRTUS LOCOROTONDO – FOOTBALL CLUB CAPURSO 0-4

FIERONI ⚽️⚽️
SVIMONISHVILI ⚽️
AUTORETE ⚽️

Convincente vittoria della Football Club Capurso, che, supera il Locorotondo in trasferta. Roboante il punteggio, un sonoro poker. Ancora più strano, se consideriamo le assenze, numerose, tra squalifiche ed infortuni, con mister Fumai che ha dovuto stravolgere uomini e modulo. Alla fine ha avuto ragione lui.
Portoghese Michele, Pietro Pagnelli, Settanni, Nicola Fumai, Lovergine, Michele Mongelli, Losacco, Insalata Frappampina, Liturri e Davide Fieroni l’undici scelto da mister Muzio Fumai.

Partenza lanciata per Fieroni che approfitta di una rimessa sbagliata di Santoro, e con un pallonetto dai venti metri trafigge Palmisano. Fieroni scatenato prova a ripetersi ma si fa ribattere la conclusione dalla difesa ospite. Losacco chiede, invano, un rigore, mentre dall’altra parte l’ex Gianni Giovanni Anelli calcia alto. Alla mezz’ora il cross dalla sinistra di Liturri trova la sfortunata deviazione di un difensore ospite per il doppio vantaggio Capurso, legittimato nel finale da un pallonetto di Frappampina (alto). Potente, ma centrale, la conclusione di Anelli bloccata da Portoghese, mentre l’occasione dell’altro ex Lorusso, bloccata dall’estremo ospite, chiude la prima frazione.

La ripresa inizia seguendo il copione della prima frazione. Questa volta cambia il finale, con Fieroni che questa volta deve arrendersi alla traversa. Lovergine in sortita offensiva sfiora il tris servito da Liturri, mentre Portoghese si supera sul solito Anelli. Alla parata di Portoghese segue il doppio giallo di Telesca che chiude definitivamente le speranze locali. Con l’uomo in più il Capurso dilaga in lungo e in largo e al venticinquesimo, Fieroni, dagli undici metri (fallo su Frappapampima) regala il 3 a 0.
Lo stesso, lancia a rete Svimonishvili per il poker che chiude l’incontro e regala ai granata punti d’oro in chiave play off, a pochi giorni dal recupero con il Sava, previsto per giovedì nel nostro “Comunale”.

Giuseppe Lonero

© Riproduzione riservata

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here