Danza aerea e luci multimediali a Capurso per la notte magica della Madonna del Pozzo del 25 agosto

1
267

Per la città di Capurso il 25 agosto sarà una notte magica. Danza aerea, musica, luci multimediali coloreranno il Sagrato della Basilica Reale. In occasione dei festeggiamenti della Madonna del Pozzo sabato 25 agosto dalle ore 22.30 (in replica alle ore 23.30) Capurso ospiterà “Un pozzo di storia e arte” spettacolo diretto da ResExtensa compagnia di danza di Elisa Barucchieri. Un evento magico e senza precedenti, per Capurso, che proietterà lo spettatore in un mondo fatato, fatto di luci colorate riflesse sulle mura della Basilica, il tutto mentre i danzatori volteggiano nell’aria creando magiche coreografie aeree.
“Da sempre i devoti della Madonna del Pozzo di Capurso, patrona della cittadina barese e ex patrona del Regno delle Due Sicilie, sono spesso anche devoti a San Nicola, patrono di Bari e Santo venerato da diversi culti cattolici in tutto il mondo. In diverse chiese addirittura i due santi appaiano l’uno a fianco dell’altro e in occasione del pellegrinaggio dall’uno i pellegrini fanno tappa anche nel santuario dell’altro, complice anche la vicinanza tra le due città.
Non c’è da stupirsi quindi se Elisa Barucchieri, già direttrice artistica delle edizioni 2017 e 2018 del corteo storico dedicato al patrono di Bari sia anche la regista di un nuovo progetto artistico che fonde fede e storia, arte ed emozioni in un unico spettacolo realizzato sul sagrato della Basilica Reale a Capurso”.
Lo spettacolo, fortemente voluto dall’amministrazione comunale e dalla Diocesi, vuole essere un tributo ad un luogo e ad una icona mariana tra le più importanti nel mondo e vuole diventare un appuntamento fisso, da ripetersi, per raccontare la storia e la devozione di Maria in Puglia, ma soprattutto per dare un valore turistico aggiunto e far conoscere attraverso le diverse forme d’arte l’importanza del santuario e la città di Capurso.
“E’ una grande occasione per comunicare con linguaggi diversi l’importanza di valori fondamentali – dichiara Elisa Barucchieri – la Madonna del Pozzo, protettrice dei Malati e di chi ha speranza, è una devozione che dura secoli. Il nostro spettacolo -aggiunge Elisa Barucchieri – è un’occasione per creare sinergie con il territorio, la nostra compagnia sta lavorando con i giovani e con tutto l’indotto cittadino avvicinandolo ad un mondo di emozioni come quello della danza e della tecnologia; mentre per i nostri danzatori – conclude la Barucchieri – è un’occasione importante per vivere con occhi e orecchie nuovi i racconti della tradizione della Madonna del Pozzo e della sua rituale religiosità.”
“Un Pozzo di Storia ed Arte”, questo il titolo dello spettacolo che Elisa Barucchieri assieme a tutti i danzatori di ResExtensa Dance Company, compagnia da lei fondata e diretta, realizzeranno danzando in volo davanti alla facciata della Basilica Reale, opportunamente illuminata dal disegno luci realizzato per l’occasione dal light designer Stefano Limone.
Inoltre, assieme allo stormo di angeli danzanti di ResExtensa, continua la collaborazione con Leandro Summo per una ulteriore sorpresa per i visitatori di Capurso, una videoproiezione in morphing che interesserà la facciata della Basilica dedicata a “I Volti di Maria”. E per chi il 25 agosto non potesse essere a Capurso, nessun problema il giorno dopo altre emozioni firmate da Elisa Barucchieri attendono i visitatori…
Media Partner dell’iniziativa La Gazzetta del Mezzogiorno, Capurso Web Tv e Improntaeventi; Sponsor tecnici Engie e Logica.
Per informazioni e contatti @ResExtensa Dance Company – Tel. 3478862639 – Email: info@resexstensa.it

(fonte:comunicato Ufficio Stampa – Giulia Murolo)


Elisa Barucchieri – danzatrice, coreografa, direttrice artistica.
Lauree Magna cum Laude in danza e antropologia in USA, è fondatrice di ResExtensa, compagnia di danza riconosciuta MiBACT e Regione Puglia.
Danzatrice, assistente e traduttrice per Susanne Linke, Carolyn Carlson e Malou Airaudo, Artist in Residency, University of Michigan, collabora con Universiteti i Artit, Tirana. Oltre a ResExtensa, ha danzato per Jacques Heim, David Zambrano, Andrea Olsen, Nikos Lagousakos, e ha lavorato con Roberto Castello e Peter Greenaway, Amy Chavasse, Helen Simoneau.
Coreografa per Armando Pugliese, Sonia Bergamasco, Paolo Genovese, Elena Sofia Ricci, Stefano Mainetti.
E’ la prima donna nella storia ad essere chiamata come direttrice artistica per il Corteo Storico di San Nicola, Bari.
Con Studio Festi e BalichWS è coreografa e danzatrice in eventi quali Olimpiadi di Torino, Anno della Cultura a Pechino e Rio de Janeiro, Agorà dei Giovani per Papa Benedetto XVI, Progetto Aqua in Kenya. Ha collaborato con La Fura dels Baus.
Ha danzato e coreografato in Italia, Stati Uniti, Cina, Norvegia, Inghilterra, Francia, Spagna, Olanda, Belgio, Germania, Svizzera, Austria, Turchia, Russia, Kenya, Brasile, Slovenia, Albania, Croazia.
E’ ideatrice dello spazio di formazione e produzione PolArtis a Giovinazzo (BA), con ResExtensa è stata unica compagnia di danza a dirigere un teatro pubblico nel premiato progetto “Teatri Abitati”, fondi PO FESR a cura della Regione Puglia.

© Riproduzione riservata

1 commento

  1. Buongiorno, vorrei spendere una parola sulla festa della madonna che si sta svolgendo a Capurso, molto bella grande organizzazione, ma nessuno spende una parola sui balordi che approfittando della festa si mischiano alla gente per dare sfogo a tutta la loro solitudine e pochezza di cervello, insultando la gente e urlando a squarciagola. Ieri sul Piscino suddetti idioti si sono permessi anche di insultare pesantemente una signora che si era affacciata sul balcone per chiedere un po’ di silenzio, apostrofandola in vari modi. Tutto questo all’una e un quarto di notte. Vorrei vedere quei debosciati dei loro genitori che sicuramente saranno persone di poco conto. Ma un po’ di controllo in più no? Il piscino è ormai terra di nessuno, ognuno viene a fare i porci comodi suoi ignorando la segnaletica (quindi giocano sull’erba, ci portano i cani senza pulire ecc) senza che venga almeno un vigile a dare un’occhiata. Tra poco porteremo la merda dei cani davanti al comune, è questo che volete? Durante questa festa poi le cose peggiorano enormemente, e se chiamiamo i carabinieri abbiamo da loro anche il resto (se vengono) Pensate di essere avantieri in questo paese invece siete molto molto indietro!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here