Tribuna politica “L’Italia al voto, la nuova Legge elettorale”

0
45

Un approfondimento sulla nuova Legge elettorale attraverso un sano e proficuo confronto politico. Questo il tema dell’incontro dal titolo “L’Italia al voto, la nuova Legge elettorale”, che si è tenuto nella serata di lunedì 4 dicembre presso la Sala Consiliare del Comune di Capurso. A porgere i saluti istituzionali, al numeroso pubblico presente, il Sindaco Francesco Crudele, che ha poi passato la parola, facendo entrare nel vivo la discussione, ai due organizzatori della tribuna politica, Nicola Buono, Assessore al Bilancio del Comune e Vito Giardino, Consigliere Comunale di maggioranza. Ad approfondire il neonato “Rosatellum”, sotto il punto di vista strettamente giuridico, è stato Francesco D’Elia, che ha spiegato dettagliatamente il percorso che ha portato alla nascita di questa nuova Legge. A moderare l’incontro, che ha visto la rappresentanza dei tre maggiori schieramenti politici del nostro Paese, è stato Francesco Giordano che ha introdotto e posto le domande della serata ai tre onorevoli intervenuti, Francesco Paolo Sisto (Forza Italia), Gero Grassi (Partito Democratico) e Giuseppe D’Ambrosio (Movimento 5 Stelle).

«È una Legge che non ci piace. Noi volevamo il “Tedeschellum”, perché il voto esprimeva esattamente una rappresentanza piena» dichiara l’Onorevole Sisto.

Mentre, l’Onorevole Grassi ha ribadito che «questa Legge elettorale è il risultato della mediazione di punti di vista diversi, di partiti diversi».

La nuova Legge, che ricordiamo è stata condivisa soprattutto dal Partito Democratico e da Forza Italia, non ha avuto l’appoggio del Movimento 5 Stelle «siamo assolutamente contrari a questa Legge elettorale, perché va a rendere nullo il voto dei cittadini», queste le parole dell’Onorevole Giuseppe D’ambrosio.

Il dibattito, ha visto sin dalle prime battute un confronto “infuocato” tra i tre rappresentanti, toccando temi diversi di interesse nazionale. La serata si è poi conclusa con le domande poste dal numeroso pubblico presente ai rappresentanti politici, facendo emergere quesiti atti a comprendere in maniera chiara, su come voteremo alle prossime elezioni politiche.

Michele Rizzo

© Riproduzione riservata

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here